Ipocondria e patofobia, cosa sono.

“NON VIVERE CON LA PAURA DI MORIRE,
MA MUORI CON LA GIOIA DI AVER VISSUTO”
JIM MORRISON

 

Tutti conoscono il termine ipocondria, la potremmo definire come la certezza di avere una o più malattie che in realtà non ci sono. In pochi invece avranno sentito parlare della patofobia o meglio la paura di avere una malattia. Questi due disturbi, apparentemente molto simili, possiedono in realtà strutture completamente differenti. Ho scelto di trattarli in un unico articolo proprio per enfatizzarne caratteristiche e differenze.

Ipocondria

L’ipocondriaco è convinto di avere una malattia e per questo monitorizza costantemente il proprio corpo per carpire le sensazioni, i segnali, che ne indichino la presenza.

Più precisamente, il suo ascolto ossessivo delle sensazioni corporee, è volto alla ricerca di segnali che sconfermino la presenza della malattia tanto temuta (di solito letale). Paradossalmente invece ascoltandosi costantemente (infatti cerca ma per non trovare) finisce per trovarne ancora di più avvalorando la sua credenza iniziale. Si infila letteralmente in una spirale che si autoalimenta.

Clicca QUI per continuare a leggere…

Lascia un commento